facebook
youtube

Copyright: Tamburro & Partners, All Rights Reserved 2021

​CF\P.Iva 07164991213

Lavora con noi

​Cookie Policy

​Cookie Policy

Ecco le 10 startup italiane che crescono e assumono

30-09-2021 17:02

ST

start up, scalapay, banca aidexa, LinkedIn,

Ecco le 10 startup italiane che crescono e assumono

LinkedIn pubblica per il secondo anno la classifica delle 10 migliori startup in Italia

LinkedIn pubblica per il secondo anno la classifica delle 10 migliori startup in Italia, quelle che, nonostante la crisi economica legata alla pandemia, hanno continuato a crescere e ad assumere. Sul podio 2021: Banca AideXa, Poke House e Casavo.

 

L’obiettivo della LinkedIn Top Startups è offrire agli utenti una risorsa utile per trovare nuove opportunità di lavoro. «Unirsi a una startup può rappresentare una scommessa, ma anche una buona opzione per accumulare esperienza, fare carriera e acquisire competenze preziose» spiega l’azienda.

 

Per stilare la classifica, il social ha analizzato le azioni generate dai 15 milioni di utenti in Italia. Quattro i parametri: la crescita della forza lavoro in ogni startup, le interazioni degli utenti con le imprese e i loro dipendenti, l’interesse da parte delle persone in cerca di impiego e la capacità delle startup di attrarre talenti. Tutte le realtà prese in considerazione hanno meno di sette anni e almeno 30 dipendenti.

 

Ecco la classifica completa:

 

1. Banca AideXa
La fintech nata poco più di un anno fa, in piena pandemia, lo scorso giugno ha ottenuto la licenza bancaria e ha già raccolto oltre 47 milioni di euro di investimenti. Offre prodotti e servizi a piccole e medie imprese e partite Iva. Sede a Milano, 46 dipendenti, conta di arrivare a 100 assunzioni entro il 2022. Le competenze più richieste sono quelle digitali e bancarie.

 

2. Poke House
Nel 2018 Matteo Pichi e Vittoria Zanetti aprono il loro primo locale a Milano. Puntano sul poke e sul digital. Il format piace ai clienti e convince gli investitori. Oggi Poke House è una catena di ristoranti specializzati nel tipico piatto hawaiano, presente in Italia e in diversi Paesi europei, con un team di circa 400 persone. Lo scorso aprile la startup ha chiuso un round da 20 milioni di euro.

 

3. Casavo
Un instant buyer immobiliare che permette di vendere casa in tempi brevi. La prima valutazione è online, grazie a un algoritmo. La startup compra l’immobile, poi lo ristruttura e lo rivende. Fondata nel 2017, a Milano, da Giorgio Tinacci, oggi è attiva in Italia (con 188 dipendenti) e in Spagna. Nel 2021 ha annunciato una raccolta di capitali di 200 milioni di euro (tra equity e debito), con Exor Seeds tra i nuovi investitori.

 

4. Boom Image Studio
Incrocia domanda e offerta di servizi fotografici grazie a un network di oltre 35mila professionisti in più di 60 Paesi nel mondo. L’utente ordina tramite piattaforma online e riceve tutto in una gallery dedicata in meno di 48 ore. In Italia ha 70 dipendenti. Sede principale: Milano.

 

5. Credimi
73 dipendenti, fondata a Milano nel 2015, è una fintech specializzata nei finanziamenti digitali alle imprese. Dal 2017 ha ricevuto 50mila richieste e ha erogato più di 1,7 miliardi di euro. Le competenze più richieste sono analisi finanziaria, banking, business plan.

 

6. I Love Poke
Una new entry rispetto alla classifica 2020. Fondata nel 2017, è una catena di fast-food dedicata alle bowl di pesce crudo tagliato a cubetti. Ha un impianto di produzione alle porte di Milano che rifornisce tutti i suoi punti vendita in Italia. I dipendenti sono 200.

 

7. Scalapay
Per la prima volta nella top 10 di LinkedIn, a settembre ha annunciato un mega round da 155 milioni di dollari, che lo ha reso un “quasi unicorno”, con una valutazione di 700 milioni. La startup, fondata da Simone Mancini nel 2019, permette di fare acquisti a rate, online, senza interessi. Un modello win-win per acquirenti e e-commerce. 100 dipendenti, tra esperti di marketing, digital, e-commerce, consulenti legali, analisti finanziari, project manager.

 

8. Everli
È un portale che permette di fare la spesa online nei principali supermercati e riceverla a casa in giornata. Fondata nel 2014, l’azienda ha 185 dipendenti in Italia. Nel 2020 ha raggiunto un fatturato di 110 milioni. A marzo 2021 ha completato un round di finanziamento da 100 milioni di dollari. Il servizio oggi è attivo in oltre 70 città in Europa.

 

9. Milkman
Startup di Verona con 62 dipendenti, offre servizi di delivery, con consegne personalizzate e focus sull’ultimo miglio. A maggio 2020 ha chiuso un round da 25 milioni di euro. E lo scorso anno anche Poste Italiane è entrata nel capitale sociale della startup con una quota del 6%.

 

10. La DoubleJ
Chiude la classifica 2021, il brand creato dalla giornalista di moda e imprenditrice digitale californiana JJ Martin. I suoi prodotti 100% made in Italy spaziano dall’abbigliamento al design. Fondata nel 2015, 38 dipendenti in Italia, lo scorso giugno l’azienda ha aperto il suo primo negozio monomarca a Milano.

 

fonte: https://www.millionaire.it/ecco-le-10-startup-italiane-che-crescono-e-assumono-la-classifica-2021-di-linkedin/ 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder